I have the simplest tastes. I am always satisfied with the best

 

 Oscar Wilde 

La certificazione energetica

La certificazione energetica (divenuta allegato obbligatorio dal 1 luglio 2010 agli atti di trasferimenti e/o locazioni di immobili) nasce con lo scopo primario di orientare la gestione dell’abitazione verso un consumo responsabile delle risorse e il risparmio di energia.

La certificazione energetica rappresenta l’unico standard per la classificazione metodologica degli immobili presenti sul territorio, effettuata sulla base di parametri che permettono l’individuazione degli edifici e la loro suddivisione in classi energetiche di appartenenza, a partire dalla classe energetica A+ (per quelli a basso impatto ambientale) sino alla classe energetica G (per quelli ad alto consumo energetico), garantendo anche maggiore trasparenza sui consumi effettivi dell’immobile a cui si è interessati.

L’attestato di certificazione energetica, rivestendo il carattere di “carta d’identità” dei consumi dell’immobile, assume dunque un ruolo fondamentale per tutti coloro che intendano:

  • ridurre i consumi e i relativi oneri attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili;
  • ristrutturare e aumentare il valore del proprio immobile;
  • acquistare o prendere in locazione un immobile che garantisca loro costi energetici annui ridotti.

E’ importante sottolineare che la validità dell’attestato di certificazione energetica è subordinata a specifiche procedure di controllo e verifica dirette ad indicare tutti i consumi e gli oneri derivanti da servizi essenziali quali il riscaldamento, la climatizzazione, la produzione di acqua calda sanitaria e l'illuminazione.

 

Certificazione energetica: tabella classi energeticheCertificazione energetica: prestazione energetica